Image Alt

L’insediamento di Vitozza

domenica 27 settembre
22 Ottobre, 2019

L’insediamento di Vitozza

Vivere un’avventura entusiasmante anche se per un solo giorno è possibile, senza andare troppo lontano. Ci troviamo nella bassa Toscana, a cavallo tra il borgo di Sorano e San Quirico e all’interno della valle della Lente, che prende il nome dal torrente che la attraversa. Un territorio dove ogni roccia parla e ci racconta un passato di battaglie, pratiche religiose e quotidianità di altri tempi. Un luogo, parte del Parco Archeologico Città del Tufo, a cavallo tra la Storia, ricostruita dal lavoro archeologico, e l’immaginazione che colma di vita i buchi tra le epoche.

Le cave che andremo a visitare, meravigliose opere ingegneristiche scavate nel tufo, sono state realizzate, presumibilmente dagli etruschi circa 2500 anni fa, lungo la via cava di San Rocco, importante via di comunicazione utilizzata ancora in epoca medievale. Noi percorreremo quegli stessi tragitti per poi deviare verso l’insediamento di Vitozza, con l’impressione di inoltrarci in un viaggio dentro il sottosuolo della Storia.

Parco archeologico Città del Tufo

Il Parco è nato nel 1998 per delimitare un territorio di grande importanza archeologica e naturalistica conosciuto anche come l’area dei tufi. Al suo interno sono numerose le testimonianze di un periodo storico che spazia dall’etrusco al medievale.

L’ingresso del tragitto è segnato dalla Chiesa di San Rocco, costruita come struttura rurale isolata quasi sicuramente prima del Duecento, quando Sorano non era abitata, e in seguito diventata luogo di culto di riferimento per la popolazione del luogo. Lasciando la chiesa alle spalle, ci inoltriamo lungo la Via Cava di San Rocco, tragitto di probabile origine etrusca e oggi immerso in un rigoglioso e suggestivo bosco. Le alte pareti scavate nel tufo costeggiano il percorso, mentre ai lati si aprono piccole tombe e grotte scavate nella roccia. Percorriamo il sentiero ombroso e pianeggiante fino ad uscire nei pressi del torrente Lente. Attraversiamo il ponte, che passa proprio al di sotto di Sorano, e ci dirigiamo verso l’insediamento rupestre di Vitozza, cuore dell’escursione.

Esploriamo i ruderi aggirandoci tra la fortezza, le mura e il torrione, parzialmente distrutti nel 1455 dai Senesi quando hanno dovuto abbandonare l’abitato, la chiesa costruita nel ‘200 e le innumerevoli grotte, che nel corso dei secoli sono state utilizzate come dimore o stalle. Un verde cappello di muschio e prato ne ricopre alcune, che sembrano voler imitare i paesaggi fantastici della Contea nel Signore degli Anelli.

Vitozza

Insediamento medioevale rupestre tra i più grandi in Italia, Vitozza è stata abitata dall’XI secolo fino al tardo ‘700. La presenza di circa 200 caverne testimonia inoltre che l’area è stata popolata fin dall’epoca protostorica

Ripercorriamo a ritroso il percorso fino a tornare nei pressi della Chiesa di San Rocco e ci dirigiamo verso il belvedere, un ampio terrazzo naturale sulla cima di un promontorio roccioso che si affaccia su Soriano. Da lì possiamo ammirare a colpo d’occhio nella sua interezza l’antica città di tufo.

Sulla via del ritorno, ripercorrendo i nostri passi, del tutto inaspettati alcuni misteriosi visi incisi nella roccia ci spiano di nascosto tra gli alberi. Si respira un’atmosfera magica, mentre imperscrutabili occhi ci fissano dagli abissi della Storia.

Scheda escursione

icona per località di partenza escursione
Sorano (GR)
5 ore
fondovalle
storico
evocativo
icona per escursione con vista panoramica
vista panoramica
icona per livello di difficoltà escursione
difficoltà: 3/10

DETTAGLI TRACCIATO

Andata e ritorno sullo stesso percorso. I sentieri sono in buone condizioni e ben visibili.

  • 11 Km
  • 400 metri
  • 450 metri

VALUTAZIONE DIFFICOLTA’

Esperienza bassa, con discreta forma fisica. Percorso che non presenta difficoltà tecniche, in parte su fondo roccioso e compatto, che richiede attenzione in presenza di umidità e su sottobosco e mulattiere. Si segnalano pendenze non omogenee, ossia presenza di salite anche in fase di rientro.

Impegno fisico 0
Difficoltà tecnica 0

Prenotazione

Le escursioni sono a numero chiuso, per partecipare verifica le date disponibili sul calendario. Per conoscere le modalità di prenotazione e partecipazione alle escursioni clicca qui.

Domande

Se hai bisogno di ulteriori informazioni o hai domande riguardo il sistema di prenotazione contattaci, ti risponderemo al più presto tramite email.

Trasporto

Durante questa fase di contrasto alla diffusione del contagio, la condivisione auto è sconsigliata se non in compagnia di conviventi o familiari. Prima di prenotare assicurarsi di essere automunito. Per comunicazioni utilizza la chat di WhatsApp di questa escursione, CLICCA QUI.

Novembre 2020
LunMarMerGioVenSabDom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mountains Are Calling,

Hai bisogno di aiuto?

Se hai dei dubbi in generale sull’attività escursionistica o il sistema di prenotazione, puoi consultare la pagina delle FAQ.
Per qualsiasi altro dubbio o informazione, scrivici adesso!




    Oppure contattaci Facebook:

    20% di sconto sulla prima escursione con codice"Macbenvenuto"
    Copy link