Image Alt

Monte Torrecane e l’altopiano di Rascino

non programmata
19 Novembre, 2021

Monte Torrecane e l’altopiano di Rascino

Escursione tra i Monti del Cicolano attraverso il vasto Altopiano di Rascino per raggiungere la vetta del Monte Torrecane che si innalza dolcemente al di sopra della verde Piana di Cornino. Un’immensa distesa di prato e spighe è il punto di partenza, tra greggi di pecore e cavalli che hanno livellato ad arte gli steli d’erba. Intorno all’altopiano una rigogliosa faggeta si insinua sui pendii delle montagne, mentre poco più in alto svetta il Monte Nuria, torre di guardia naturale di questo ameno e pacifico luogo, ancora protetto dalla scorza del legno.

Altopiano di Rascino

Incastonato tra le montagne a circa 1100 metri, questo altopiano è stato fin dall’antichità un luogo di attività agro-pastorali e terra di passaggio per le transumanze delle greggi.

La strada che ci porta all’altopiano sembra indietreggiare nel tempo, verso un’epoca scandita dal lento ruminare delle mucche e dal fumo dei casolari di campagna che si inanella nel cielo. Il percorso si sviluppa inizialmente lungo una comoda e pianeggiante sterrata, che gradualmente inizia a salire di quota. In poco tempo lasciamo alle nostre spalle il Rascino per raggiungere la piana di Cornino, una sorta di terrazzamento naturale più racchiuso e selvatico, bordeggiato da faggi e aceri e arricchito dall’omonimo laghetto.

Monti del Cicolano

Collocati in provincia di Rieti, sorgono proprio a ridosso del confine con l’Abruzzo e prendono il nome da un’area storica del Lazio che comprende anche la Valle del Salto e i Monti della Duchessa.

I casolari e le recinzioni che punteggiavano il paesaggio sottostante qui sono totalmente spariti, è un’area remota che ci allontana ancora di più dalla nostra realtà quotidiana. Iniziamo ad attraversare il pianoro e ci tuffiamo dentro la faggeta. Attraversiamo il bosco in quota, lungo la dorsale di congiunzione con il Monte Nuria, fino a raggiungere la nostra meta, il Monte Torrecane. Al nostro arrivo ci indica la vetta una pila di sassi accatastati senza molte pretese, difficile da scorgere tra gli arbusti. Alla nostra destra si apre però una tra le più belle viste sul Monte Terminillo, che sembra quasi dietro l’angolo, mentre a distanza svetta il re dell’Appennino, il Gran Sasso.

Scheda escursione

icona per località di partenza escursione
Fiamignano (RI)
5 ore
fondovalle
media quota
vista panoramica
bosco
lago
icona per livello di difficoltà escursione
difficoltà: 2/10

DETTAGLI TRACCIATO

Giro parzialmente ad anello con rientro al punto di partenza.

  • 12 Km
  • 570 metri
  • 1576 metri

VALUTAZIONE DIFFICOLTA’

Escursione che non presenta particolari difficoltà tecniche, il percorso è in parte su comode sterrate e pianori erbosi, con passaggio nel sottobosco attraverso sentieri meno agevoli, con presenza di sassi e radici e la presenza di una breve e ripida discesa su pietraie in fase di rientro. Si richiede una discreta forma fisica.

Impegno fisico 0
Difficoltà tecnica 0

Prenotazione

Available Appointments on 28 Giugno 2022

Escursione effettuata.

Le escursioni sono a numero chiuso, per partecipare è necessario iscriversi cliccando sull’apposito pulsante e seguendo la procedura. Per approfondire le modalità di partecipazione alle escursioni leggi le faq.

Trasporti

Se non hai un posto auto già assicurato e non sai come raggiungere il luogo d’inizio dell’escursione, prima di prenotare verifica la presenza di altri partecipanti disposti a offrire un passaggio, contattandoci al 351-9141464 (anche tramite Whatsapp o Telegram).

Domande

Se hai bisogno di ulteriori informazioni sull’escursione o hai domande sul sistema di prenotazione contattaci, ti risponderemo al più presto.

Condividi

Claudio Zucca,

Hai bisogno di aiuto?

Se hai dei dubbi in generale sull’attività escursionistica o il sistema di prenotazione, puoi consultare la pagina delle FAQ.
Per qualsiasi altro dubbio o informazione, scrivici adesso!




    Oppure contattaci Facebook:

    Copy link