Image Alt

L’altopiano di Campo Buffone

Non programmata
30 Novembre, 2019

L’altopiano di Campo Buffone

A poca distanza da Campo dell’Osso, nel Parco dei Monti Simbruini, si apre il pianoro di Campo Buffone un’ampia e pianeggiante prateria di origine carsica, proprio alle pendici del Monte Calvo.
Sarebbe davvero difficile descrivere la suggestione di un’escursione a piedi attraverso queste praterie boscose, se non dicendo che attraversandole è facile immaginare degli elfi avanzare silenziosi fuori dalla vegetazione, o magari Tolkien seduto sotto un albero intento a prendere appunti con la sua immancabile pipa.
Qua e là, disseminati sul morbido terreno, inghiottitoi e doline raccolgono le acque delle piogge, filtrandole in profondità nel terreno. Nei mesi autunnali l’esplosione dei colori è stupefacente, durante la primavera i fiori arricchiscono l’ambiente diffondendo piacevoli profumi,mentre in inverno un soffice e bianco tappeto ricopre il terreno. In ogni stagione il trekking nei Simbruini sa regalare qualcosa di unico. Ovunque sempre fiancheggiati da una miriade di alberi, come un corteo ad accompagnare il viaggio di ogni escursionista.

Campo dell'Osso

Durante il boom economico degli anni ’60, questa località nelle vicinanze di Subiaco è stata testimone di un’importante crescita. Si trova all’interno del parco, ospita un lungo itinerario per lo scii di fondo, ed è il luogo di partenza di innumerevoli escursioni. 

Preparati a dovere, indossati gli scarponi con o senza ciaspole a seconda del periodo, lasciamo l’ampio parcheggio di Campo dell’Osso per immergerci all’interno della rigogliosa faggeta che contraddistingue l’intera area. Il nostro cammino è facilitato dal terreno, per lo più pianeggiante, che ci consente di poter camminare senza sforzo eccessivo attraverso le bellezze naturali del parco. L’andatura agevole ed un silenzio quasi incantato garantiscono l’immersione emotiva con quello che ci circonda.

Discendiamo lungo un breve tratto ripido, in cui prestiamo la necessaria attenzione, e attraversiamo le Genziane, località il cui nome deriva proprio dalla fioritura delle genziane maggiori numerose in quest’area. Lasciamo il sentiero che conduce a Campaegli, per dirigere i nostri passi verso Campo Buffone. Superiamo alcuni sali e scendi, con gli alberi che sfilano ai nostri fianchi, fuoriusciamo sul verde ed ampio pianoro. Siamo sotto la cima del Monte Calvo anche se nascosta dalla vegetazione.

Faggeta di Livata

E’ una delle più estese d’europa, conosciuta anche come faggeta delle Genziane. I suoi alberi sono slanciati e presentano dei fusti molto possenti. Durante l’autunno le loro foglie rendono il parco una distesa giallo-rossa, di incredibile bellezza. Al di sotto dei loro rami trovano dimora il cervo ed il lupo.

Ci soffermiamo all’interno di questo anfiteatro verde, camminando in parte su una carrareccia ed in parte su di un morbido terreno. Attraversiamo in tutta la sua lunghezza Campo Buffone fino a raggiungere il Passo delle Pecore, dal quale si snoda il sentiero che porta a Livata. A questo punto, un breve tratto di salita davvero poco impegnativa, ci porta in una manciata di minuti sulla vetta del Monte Calvo. Dalla sommità seduti sotto la croce, vediamo il Monte Viglio, mentre delle piccole rocce spuntano da una fitta coltre di alberi proprio ad indicarci il Monte Autore.

Ridiscendiamo dallo stesso sentiero il percorso che ci ha portato in vetta e chiudiamo l’anello addentrandoci in un’altra area dell’imponente faggeta, approfittando di una breve pausa per scorgere da lontano la caratteristica Morra Ferogna, prima di concludere anche questa escursione.

Scheda escursione

icona per località di partenza escursione
Campo dell'Osso (RM)
4.00 ore
icona per escursione in zona boschiva
bosco
icona per escursione in media montagna
media quota
icona per escursione con vista panoramica
vista panoramica
icona per livello di difficoltà escursione
difficoltà: 2/10

DETTAGLI TRACCIATO

Giro ad anello con rientro al punto di partenza, sentieri visibili.

  • 10 Km
  • 380 metri
  • 1591 metri

VALUTAZIONE DIFFICOLTA’

Escursione su sentieri in piano, con alcuni sali e scendi. Fondo ben segnato e battuto,  presenza di sassi e radici e una discesa pendente. Breve e facoltativo dislivello in salita per arrivare in vetta.

Impegno fisico 0
Difficoltà tecnica 0

Prenotazione

Le escursioni sono a numero chiuso, per partecipare verifica le date disponibili sul calendario. Per conoscere le modalità di prenotazione e partecipazione alle escursioni clicca qui.

Domande

Se hai bisogno di ulteriori informazioni o hai domande riguardo il sistema di prenotazione contattaci, ti risponderemo al più presto tramite email.

Trasporti

Durante questa fase di contrasto alla diffusione del contagio, la condivisione auto è sconsigliata se non in compagnia di conviventi o familiari. Prima di prenotare assicurarsi di essere automunito. Per comunicazioni utilizza la chat di WhatsApp di questa escursione, CLICCA QUI.

Novembre 2020
LunMarMerGioVenSabDom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456

Condividi

Mountains Are Calling,

Hai bisogno di aiuto?

Se hai dei dubbi in generale sull’attività escursionistica o il sistema di prenotazione, puoi consultare la pagina delle FAQ.
Per qualsiasi altro dubbio o informazione, scrivici adesso!




    Oppure contattaci Facebook:

    20% di sconto sulla prima escursione con codice"Macbenvenuto"
    Copy link